Politica della sicurezza


La Direzione della ditta SAFIM SpA, all’interno del campo di applicazione:

“Servizi di deposito, gestione ordini e picking di prodotti alimentari refrigerati e non anche in regime di magazzino generale doganale per conto di terzi. Servizi di logistica inerenti a carico, scarico, movimentazione, preparazione e gestione ordini di merce anche a temperatura controllata. Servizi di trasporto nazionale ed internazionale, per conto di terzi di prodotti alimentari anche a temperatura controllata”

mira ad adottare prassi e obiettivi che tendono al costante miglioramento dell’efficienza e del livello di sicurezza, sia nei confronti del personale, dei clienti e dei fornitori.

Tale attività è indirizzata a soddisfare pienamente le leggi e normative di sicurezza e salute del lavoro, regionali e nazionali ed al rispetto di quanto previsto dai codici o regolamenti volontari sottoscritti.

Obiettivi principali della SAFIM SpA per la sicurezza sono:

  • ridurre il numero degli infortuni e malattie professionali, anche attraverso il controllo dei parametri che risultino indicatori di tendenza;

  • valutare sistematicamente i rischi per la salute e la sicurezza;

  • eliminare i rischi in relazione alle conoscenze acquisite in base al progresso tecnico;

  • programmare le attività di prevenzione coerentemente alle condizioni tecniche produttive ed organizzative;

  • sostituire ciò che è pericoloso con ciò che non lo è, o è meno pericoloso;

  • rispettare i principi ergonomici nella concezione dei posti di lavoro, nella scelta delle attrezzature e nella definizione dei metodi di lavoro, anche per attenuare il lavoro monotono e quello ripetitivo;

  • assegnare priorità alle misure di protezione collettiva rispetto alle misure di protezione individuale;

  • limitare al minimo il numero dei lavoratori che sono, o che possono essere, esposti al rischio;

  • gestire il controllo sanitario dei lavoratori;

  • mantenere efficienti ed efficaci le misure igieniche;

  • mantenere efficienti ed efficaci le misure di emergenza da attuare in caso di pronto soccorso, di lotta antincendio, di evacuazione e di pericolo grave e immediato;

  • garantire la regolare manutenzione di ambienti, attrezzature, macchine ed impianti, con particolare riguardo ai dispositivi di sicurezza in conformità alla indicazione dei fabbricanti;

  • accrescere la sensibilità dei lavoratori e dei loro rappresentanti, attuando programmi di sensibilizzazione, informazione e formazione rivolti a tutto il personale;

  • fornire istruzioni adeguate ai lavoratori;

Per consentire il raggiungimento degli obiettivi sopra espressi sono state identificate, all’interno dell’organigramma aziendale, oltre al Datore di Lavoro, le seguenti figure:

  • il Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione;

  • il Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza (RLS);

  • il Medico Competente (MC);

  • Il Preposto (PRE);

  • addetti al SPP.

Il Datore di lavoro ha l’autorità e la responsabilità, di sospendere ogni attività o processo che comprometta la salute e la sicurezza dei lavoratori. Ha inoltre, l’autorità e la responsabilità di effettuare, le azioni ispettive, di sorvegliare e verificare l’attuazione e l’efficacia del Sistema di Sicurezza, e di adottare le misure di prevenzione e protezione. Inoltre informa il RLS sullo stato del Sistema Sicurezza e sui provvedimenti adottati per assicurarne l’osservanza, ricercando costantemente il miglioramento continuo nel più scrupoloso rispetto degli obblighi imposti in materia di sicurezza e degli altri requisiti sottoscritti dall’organizzazione.

SAFIM SpA si impegna a riesaminare ed eventualmente aggiornare il Sistema di Gestione e la politica di Sicurezza alla luce degli audit condotti nei periodici riesami della Direzione ed a verificare costantemente il raggiungimento degli obiettivi e dei traguardi definiti.

SAFIM SpA ritiene che l’impegno nei confronti della tutela della sicurezza e salute dei lavoratori sia di fondamentale importanza e pertanto confida nella collaborazione di tutti al fine di ottenere una corretta gestione di tutte le proprie attività e processi.

NONE, li 22/11/2018

Il Datore di Lavoro

_______________________